Studio Dentistico Michele D'Amelio

Orario: : da lunedì a giovedì 9-13 15-19, venerdì 9-17
  Contatti: : 041958736

cause della parodontite

Quali sono le cause della parodontite?

Cos’è la parodontite?

Sicuramente avrai già sentito parlare della parodontite, anche detta piorrea: la diffusione e le conseguenze del tutto spiacevoli di questa patologia, infatti, la rendono abbastanza conosciuta, anche se forse sarebbe meglio dire ‘famigerata’. Così come la carie, anche la parodontite è una malattia di tipo infettivo: l’infiammazione del parodonto, sul lungo termine, finisce per causare gravissimi danni ai tessuti che circondano e sostengono un dente. Andando a minare le fibre collagene, le gengive e l’osso alveolare, il risultato finale della piorrea è quello della caduta progressiva dei denti. Ma quali sono le cause della parodontite? Per prevenire tale patologia, infatti, è di importanza fondamentale conoscere ed evitare tutti i comportamenti che possono favorire il suo insorgere.

Il ruolo dei batteri e del tartaro

La causa principale della parodontite sono i batteri: insinuandosi tra i denti e le gengive, essi danno forma alla placca batterica, la quale può trasformarsi in tartaro. Quest’ultimo, come è noto, ha la brutta abitudine di infiammare le gengive, dando il via ad un processo che può diventare cronico.

Altre concause della parodontite

Talune persone, va detto, sono più esposte di altre al rischio di incorrere nella parodontite. Ci sono infatti alcune patologie croniche, come per esempio il diabete, che se non trattate in modo adeguato possono concorrere alla genesi e al mantenimento di questa patologia. Chi conta numerosi casi di parodontite in famiglia, inoltre, dovrebbe stare particolarmente attento alla prevenzione con controlli specialistici frequenti, in quanto è stata notata una certa tendenza all’ereditarietà. Alcuni studi hanno poi dimostrato che le donne hanno dei periodi ormonali in cui risultano più esposte al rischio, soprattutto durante la gravidanza e la menopausa.

Come prevenire la piorrea

Il lato più subdolo della parodontite è costituito dal fatto che le avvisaglie più evidenti diventano tali solamente nel momento in cui l’infiammazione è già allo stato avanzato: senza un’apposita diagnosi, infatti, i pazienti iniziano ad accorgersi della parodontite solamente nel momento in cui le tasche gengivali sono già formate. Ma quali comportamenti bisogna evitare, dunque, per diminuire al massimo le possibilità di ritrovarsi ad avere a che fare con questa malattia dentale? Come in moltissimi casi, la prima cosa da fare è spegnere definitivamente la sigaretta: il fumo è infatti uno dei principali fattori che possono causare, mantenere ed aggravare la parodontite, andando infatti a rendere più deboli e vulnerabili le nostre gengive.

Igiene orale

Non basta però smettere di fumare: i non fumatori, infatti, non sono di certo al riparo dalla minaccia della parodontite. Una potente alleata per scongiurare il rischio di infezioni è ovviamente un’assidua igiene orale, attuata mediante l’ utilizzo sistematico e corretto dello spazzolino, oltre che del dentifricio, dello scovolino, del filo interdentale e del collutorio. Non va poi dimenticato che, nella prevenzione delle principali patologie del cavo orale, giocano un ruolo fondamentale anche le sedute periodiche di igiene orale.

Le cause della parodontite, dunque, non sono assolutamente poche. Per questo la prevenzione deve essere attenta e rigorosa, così come i controlli specialistici. Una volta diagnosticata, però, la piorrea richiede terapie complesse, e quindi il supporto continuo di uno studio dentistico. Grazie alle più aggiornate tecniche odontoiatriche, noi dello Studio dentistico d’Amelio di Mestre Venezia possiamo bloccare questa patologia, recuperare i denti naturali mantenibili e sostituire quelli compromessi grazie a manufatti protesici estetici.

Dott. D'Amelio

About Dott. D'Amelio

Il dottor D’Amelio è un professionista esperto nell’ ambito dell’ odontoiatria protesica, che comprende faccette, ponti, corone, intarsi e riabilitazioni protesiche su impianti. Nel suo studio di Venezia-Mestre si dedica principalmente alla risoluzione di casi riabilitativi complessi, all’estetica dentale, alla parodontologia e all’implantologia.

Commenti

commenti