Dentista Mestre

Vediamo insieme in cosa consistono i servizi dentistici a Mestre del Dottor D’Amelio.

I trattamenti dentali più comuni e maggiormente praticati in ambito odontoiatrico, vanno dalla cura della carie alla devitalizzazione di un dente o alla risoluzione di un ascesso, fino ad arrivare, nei casi più gravi, all’estrazione dentale.

Parliamo di cure odontoiatriche conservative, quando esiste la possibilità di restaurare e salvare il dente interessato, chirurgiche nel caso in cui sia necessario procedere all’estrazione o al trattamento di un ascesso, tramite appositi interventi di chirurgia odontoiatrica.

1 Implantologia

Con il termine implantologia, si intende la pratica chirurgica oggi ampiamente utilizzata per inserire nuove radici artificiali all’interno della cresta ossea del paziente. Viene attuata in casi di edentulia parziale o totale, al fine di ripristinare i denti persi, tramite l’installazione di una protesi dentale fissa (ponte o corona dentale). Gli impianti endossei vengono impiegati anche al fine di stabilizzare protesi mobili complete, per garantire loro maggior comfort e tenuta. 

La procedura prevede una prima fase chirurgica, durante la quale viene inserita dal medico implantologo la vite in titanio. Segue poi una fase di attesa, della durata di circa quattro-sei mesi, necessaria per dare modo al tessuto osseo di legarsi alla nuova radice artificiale, processo chiamato osteointegrazione

Trascorso tale periodo, il paziente torna in studio per l’esecuzione della fase protesica, che prevede la scopertura dell’impianto, l’applicazione di una vite di guarigione e la presa delle impronte di precisione. Talvolta, è possibile saltare il periodo di osteointegrazione e applicare subito un dente artificiale provvisorio, quando il caso clinico ci permette di utilizzare gli innovativi impianti a carico immediato, uno dei tanti servizi dentistici a Mestre praticati all’interno del nostro Studio D’Amelio. 

Il lavoro di riabilitazione protesica, termina con alcune prove del manufatto protesico, durante le quali vengono verificati il colore e la correttezza dei margini gengivali dello stesso, prima della sua installazione all’interno del cavo orale. Una volta applicati, i nuovi denti fissi su impianti andranno a mimare alla perfezione i denti naturali perduti, sia sotto il punto di vista estetico che sotto quello funzionale e masticatorio. 

L’implantologia moderna consente l’applicazione di nuove radici artificiali senza alcun dolore, potendo usufruire di diverse tecniche anestesiologiche, come la sedazione cosciente endovenosa e la sedazione con Protossido d’Azoto Reinhold. Ciò consente una rapida ripresa dall’intervento di chirurgia orale implantare, dopo il quale il paziente potrà tornare in pochi giorni a svolgere tutte le normali attività quotidiane e riprendere la vita lavorativa in breve tempo.

2 Rigenerazione ossea

La rigenerazione ossea, appartenente alla branca odontoiatrica della chirurgia avanzata, è una tecnica odontoiatrica indicata per andare a colmare una eventuale carenza di tessuto osseo dentale. Tale condizione, si verifica in particolare in seguito a estrazioni dentarie complesse, a problemi di edentulia protratti nel tempo, o a patologie orali come ad esempio la piorrea. 

Un scarsa quantità di osso, può arrivare a rappresentare un problema nel caso in cui si abbia l’intenzione di andare a rimettere i denti persi servendosi dell’implantologia. Per poter applicare degli impianti dentali (pilastri in titanio inseriti nella cresta ossea del paziente), è necessario avere a disposizione osso in buona quantità, che abbia tutti i requisiti per sostenere in modo efficace le nuove radici artificiali. 

Per poter raggiungere un corretto processo di osteointegrazione, ove manca è possibile andare ad aggiungere osso artificiale o autologo, attraverso procedure di rigenerazione ossea guidata (GBR). Tale trattamento di chirurgia avanzata, prende il nome di innesto osseo dentale e consiste nel riempimento della zona interessata con materiale assolutamente biocompatibile, in grado di legarsi alla perfezione all’osso naturale. 

La procedura richiede un piccolo intervento di chirurgia odontoiatrica, durante il quale il medico implantologo ha il compito di andare a inserire all’interno della zona implantare il tessuto rigenerativo prescelto. A tale scopo, il materiale più utilizzato ad oggi è l’osso sintetico, detto anche alloplastico, composto da idrossiapatite, acido polilattico e fosfato di calcio. 

Viene preferito agli altri poichè biodegradabile, altamente compatibile e del tutto simile alla composizione dell’osso naturale. Talvolta, viene utilizzato osso autologo, ovvero prelevato dal paziente stesso, per la precisione dalle zone di mandibola, mascella, o dal bacino. Tutti i trattamenti di di rigenerazione ossea e di chirurgia avanzata, devono essere associati a una perfetta igiene orale, allo scopo di tenere la zona al riparo da infezioni e garantire la massima efficacia della terapia.

3 Cura della piorrea

Attraverso le più evolute tecniche di cura della piorrea, i medici esperti in parodontologia a Venezia Mestre si occupano di risolvere i problemi di parodontite dei pazienti, con l’obiettivo di salvaguardare la dentatura naturale. 

La piorrea è una delle malattie dentali più pericolose per il cavo orale, poiché attacca i tessuti ossei di sostegno, distruggendoli e minando la stabilità dei denti. Si tratta di una patologia orale di origine batterica, che deriva soprattutto da un’igiene orale poco attenta o insufficiente. 

A minare la salute del parodonto (composto da gengiva, osso alveolare, legamento parodontale e cemento radicolare), è soprattutto la placca batterica non rimossa in tempo, all’interno della quale vivono milioni di microbi. Si tratta di una patina biancastra in continua formazione, in grado di aderire tenacemente alle pareti dentali, responsabile di promuovere e sostenere le più comuni malattie dentali, quali carie e parodontopatie. 

Se non spazzolata via nei modi e tempi corretti, questa patina solidifica, trasformandosi in tartaro e si insinua all’interno dei solchi sottogengivali, causando il progressivo distacco dei tessuti che compongono il parodonto. Concorre inoltre all’insorgere di gengiviti e infezioni dei tessuti, che hanno come sintomo il sanguinamento gengivale e, nei casi più gravi, di ascessi parodontali. 

La cura della piorrea, avviene attraverso sedute di pulizia dei denti professionale, affiancata a levigature radicolari (terapia causale), durante le quali vengono rimossi anche i depositi di tartaro più profondi. 

Lo scopo, è quello di liberare le tasche gengivali presenti dai batteri e ridurre il più possibile la loro profondità, al fine di impedire la formazione di nuovi depositi di placca e tartaro. Ove ciò non bastasse, si interviene attraverso interventi di chirurgia parodontale, mirati a rimodellare i margini ossei e, ove necessario, aggiungere nuovo osso artificiale. 

Al tempo stesso, la terapia della parodontite, deve necessariamente essere affiancata da una corretta igiene orale domiciliare, per cui vengono insegnate al paziente le giuste tecniche di spazzolamento dei denti e forniti preziosi consigli per mantenere una buona igiene orale nel tempo.

4 Riabilitazione estetica

Il Dott. Michele D’Amelio, odontoiatra esperto in riabilitazione estetica dentale, da più di 30 anni si occupa di migliorare il sorriso dei pazienti. Tramite la realizzazione di manufatti protesici di alta qualità, il Dottore si dedica con passione a progettare faccette dentali, ponti, corone e intarsi, in grado di ripristinare l’estetica dentale nel modo più naturale possibile. 

Molte persone, si trovano a dover fare i conti con una dentatura poco gradevole e sognano di poter modificare il loro difetto, attraverso trattamenti di protesi estetica orale. Avere denti scuri, macchiati, storti o di una forma inadatta al viso, causa senza dubbio importanti problemi nella vita sociale, poiché impedisce di ridere e parlare tranquillamente. 

Le moderne tecniche protesiche, ci consentono oggi di riabilitare il sorriso dei pazienti, servendoci di tutti i sistemi a nostra disposizione per raggiungere il risultato desiderato:

  • Faccette estetiche, sottili lamine costruite in ceramica o in disilicato di litio, incollate sulle superfici dentali esterne, in grado di regalare denti bianchi e perfetti;
  • Corone dentali: gusci protesici in ceramica, conosciute anche con il nome di “capsule”, che vengono applicate su di un dente particolarmente compromesso, precedentemente preparato e ridotto a moncone, oppure su impianti dentali;
  • Ponti dentali: strutture protesiche costituite da tre o più corone collegate tra loro, utili per andare a rimettere i denti persi in maniera fissa e stabile;
  • Intarsi in ceramica, ovvero dei frammenti in ceramica realizzati su misura dall’odontotecnico e cementati per mezzo di adesivi dentali ad altissima tenuta. Simili alla vista a delle otturazioni, gli intarsi vanno a combaciare perfettamente con le porzioni di dente naturale rimanenti. 

Tali strutture, vengono progettate nei minimi dettagli, seguendo i gusti estetici del paziente e la conformazione del suo viso e, successivamente, realizzate in laboratorio da un odontotecnico d’eccellenza. 

L’utilizzo dei migliori materiali, come ceramica integrale (priva di metallo), o disilicato di litio, ci permette di ottenere denti finti del tutto simili a quelli naturali, praticamente impossibili da distinguere.

5 Faccette dentali

Le faccette dentali rappresentano uno dei servizi dentistici a Mestre che pratichiamo con maggior soddisfazione, poiché permettono ai pazienti di ritrovare o di ottenere il sorriso che desiderano da sempre. 

Conosciute anche con il nome Veneers, le faccette estetiche consentono di progettare e realizzare una nuova dentatura artificiale del tutto simile a quella naturale, andando a modificare forma e colore del sorriso. Attraverso l’applicazione delle faccette dentali, i pazienti possono ottenere denti bianchi e perfetti, mantenendo comunque un aspetto del sorriso naturale, senza che nessuno si accorga delle protesi dentali. 

Si tratta di lamine sottilissime, realizzate in ceramica integrale o in disilicato di litio, applicate sulle superfici dentali esterne. Attraverso l’impiego di tali materiali, si ottiene un risultato estetico di altissimo livello, data l’assenza di qualsiasi bordo metallico sottostante. Prima di essere incollate, vengono progettate attentamente dal dentista, il quale costruisce la nuova dentatura attenendosi ai lineamenti del volto, alle esigenze e ai gusti estetici del paziente in cura. 

Dopo aver effettuato una leggera preparazione dello smalto su cui andranno applicate, vengono realizzate su impronta di precisione all’interno del laboratorio odontotecnico. In occasione di smalto particolarmente abraso, è talvolta possibile procedere senza alcuna preparazione. 

Le Veneers vengono impiegate per correggere difetti di forma e colore, per andare ad allungare le corone in caso di denti consumati o colpiti da fratture pregresse, per correggere leggeri stati di affollamento dentale o la presenza del diastema (eccessivo spazio tra un dente e l’altro). Una volta realizzate, vengono fissate tramite l’impiego di cementi dentali ad alta tenuta e, se ben mantenute, possono arrivare a durare diversi anni. 

Per agevolare la loro durata nel tempo, è davvero importante mantenere una grande attenzione all’igiene orale. Inoltre, occorre aver cura di non utilizzare la nuova dentatura per usi impropri, come ad esempio mordere con forza cibi troppo duri, mordicchiare sostanze dure o plasticose, rompere fili da cucito con i denti.

6 Pedodonzia

La pedodonzia è uno dei servizi dentistici a Mestre maggiormente praticati all’interno dello studio del Dott. D’Amelio. Ci teniamo a garantire a tutti i nostri piccoli pazienti un’esperienza dal dentista il più possibile serena e positiva, mettendo a loro disposizione tutta la nostra competenza in materia.

I bambini in età pediatrica, vengono accolti e seguiti con attenzione già a partire da tre-quattro anni di età, così da permettere loro di abituarsi e di prendere confidenza con l’ambiente e con l’intero staff odontoiatrico. In età così precoce, ci occupiamo inoltre di verificare che il processo di dentizione avvenga nel modo corretto e che i piccoli riescano ad imparare come lavare i denti, al fine di difendere la salute dell’intera dentatura decidua. 

Intorno ai cinque-sei anni, fascia di età durante la quale inizia la permuta dei denti da latte con quelli permanenti, ci occupiamo di controllare che il cambio avvenga correttamente e che non siano presenti problemi masticatori o funzionali. Ove necessario, interveniamo utilizzando appositi apparecchi ortodontici, con la funzione di agire sulle arcate dentali in crescita.

Il Dott. Michele D’Amelio e i componenti del suo staff, si occupano inoltre di prevenire e curare le carie nei bambini, offrendo trattamenti dentali su misura per loro, supportati dalle più avanzate metodiche adatte a eliminare ansia e paura del dentista. 

Oltre ad accogliere i piccoli pazienti con dolcezza ed estrema comprensione, il nostro studio è dotato del sistema di sedazione cosciente Reinhold, ampiamente utilizzato in pedodonzia, che si avvale della somministrazione controllata di Protossido d’Azoto. Attraverso semplici mascherine applicate sul naso, il bambino inala una sostanza assolutamente priva di controindicazioni, ma in grado di aiutarlo a superare ansia e paura del dentista. 

Il Protossido d’Azoto misto ad Ossigeno, consente ai piccoli pazienti di affrontare le cure dentistiche in maniera completamente rilassata e tranquilla e di avere un buon ricordo della seduta odontoiatrica, così da affrontare l’appuntamento successivo senza alcun timore.

7 Sbiancamento dentale

Sottoporsi a sedute di sbiancamento dentale, è una grande opportunità per tutti coloro che desiderano schiarire il colore dei propri denti, senza ricorrere a interventi invasivi. Un trattamento sbiancante professionale, permette di andare a schiarire lo smalto di una o più tonalità, in modo semplice e sicuro. 

Sono davvero tante le persone che riferiscono di non essere pienamente soddisfatte del loro sorriso e desiderano migliorarlo, senza però stravolgerlo significativamente. Avere denti bianchi e gradevoli alla vista, ci aiuta in effetti a rapportarci più serenamente con il mondo esterno, facendoci sentire più attraenti e sicuri, nella vita quotidiana e lavorativa. 

Non tutti però hanno la fortuna di avere denti bianchi fin dalla nascita. Alcuni pazienti, subiscono invece un ingiallimento dello smalto precoce, a causa del consumo eccessivo di cibi e bevande troppo pigmentate, come ad esempio il caffè. Anche il progressivo invecchiamento, l’assunzione di determinati farmaci o problemi di bruxismo, possono portare con il passare degli anni a un peggioramento dell’estetica del sorriso. 

Gli sbiancanti orali riescono, in tutti questi casi, a dare ottimi risultati, ma bisogna aver cura di utilizzarli con cautela e sotto la supervisione di un odontoiatra esperto. Un professionista esperto in sbiancamento dentale, ha la capacità di capire se e come procedere al trattamento, senza andare incontro a complicazioni, danni allo smalto o eccessiva sensibilità dentale. 

La seduta sbiancante avviene attraverso l’impiego di prodotti ad uso strettamente professionale, a base di perossido d’idrogeno e di carbammide, applicati sulle superfici dentali esterne, per un preciso periodo di tempo. Queste sostanze contengono molecole capaci di penetrare all’interno della dentina, lo strato più interno di un dente, che ne determina il colore. 

Servono alcune applicazioni per schiarire lo smalto fino alla tonalità desiderata e attenuare le discromie presenti. Dopo una seduta di sbiancamento dentale, è assolutamente normale avvertire una leggera sensibilità al caldo o al freddo, che tende a scomparire nel giro di pochi giorni.

8 Cura della carie

La cura della carie è uno dei servizi dentistici a Mestre Venezia, maggiormente praticati all’interno del nostro Studio D’Amelio. La patologia più diffusa in ambito odontoiatrico è la carie dentale, ovvero quella malattia degenerativa che porta al rammollimento e alla disgregazione di parti più o meno ampie dei tessuti duri del dente, quali smalto e dentina.

La carie dentale ha origine batterica, deriva dell’attacco degli acidi contenuti nella placca, la patina di colore biancastro che si inizia a formare sulle superfici dentali, non appena finito di spazzolare i denti. 

All’interno della placca batterica, sono contenuti migliaia di microbi patogeni che, legati a saliva e residui di cibo, riescono a danneggiare lo smalto dentale, fino a perforarlo. Si tratta di un processo piuttosto lento, che però non si arresta spontaneamente. Una volta che lo smalto è stato intaccato dai batteri e dagli acidi, occorre rimuovere meccanicamente la porzione di tessuto compromesso, sostituendola con appositi materiali da otturazione.

Inizialmente asintomatica, la carie porta a una progressiva distruzione della corona dentale, dando origine con il tempo a sintomatologia termica e fenomeni dolorosi. Per questo motivo, è importante individuare e risolvere la patologia in tempo, al fine di preservare al massimo il dente ed evitare di dover procedere a trattamenti dentali ben più invasivi, come la devitalizzazione. 

L’otturazione è dunque l’unica soluzione per poter salvare il dente e arrestare la malattia. La carie dentale può interessare persone di qualsiasi età, già a partire dall’età pediatrica. 

I medici esperti del nostro studio, si occupano da anni di terapia conservativa e di prevenzione dentale, ponendo particolare attenzione alla cura della carie nei bambini. Il nostro obiettivo è quello di aiutare i pazienti a difendere il sorriso e a preservare al meglio la salute orale, mantenendo i propri denti naturali in arcata il più a lungo possibile.

9 Devitalizzazione dente

Occorre procedere alla devitalizzazione di un dente, quando la carie ha “lavorato” troppo in profondità, arrivando a compromettere la polpa dentale. Quest’ultima, rappresenta la parte più interna del dente, è responsabile della sua vitalità e racchiude tutte le terminazioni nervose a esso collegate.

La terapia endodontica, è un intervento odontoiatrico che si può rendere necessario in tutti i seguenti casi:

  • Carie dentali profonde, ormai vicine alla polpa dentale, che contiene il nervo ed è responsabile degli stimoli dolorosi;
  • Denti rotti o scheggiati, con evidente esposizione della polpa e del nervo;
  • Necrosi del nervo, ovvero la morte spontanea del dente, evento che accade spesso in seguito a un trauma;
  • Ascessi dentali apicali, a carico dell’apice del dente, scaturiti in seguito a traumi o infezioni;
  • Sensibilità dentale in stadio avanzato, non trattabile con altri sistemi, che causa gravi problemi di sintomatologia termica;
  • Otturazioni dentali profonde, troppo vicine al nervo, responsabili di causare dolori o forte sensibilità al caldo o al freddo.

L’obiettivo del trattamento è quello di andare ad asportare la polpa dentale compromessa, per evitare o rimandare il più possibile l’eventuale estrazione del dente interessato. Conosciuta anche con il nome cura canalare, molto spesso la devitalizzazione viene effettuata in seguito a un forte mal di denti, che conduce il paziente a rivolgersi in urgenza al proprio dentista di fiducia. 

Tramite l’eliminazione del nervo, vengono annullati gli stimoli dolorosi, per cui l’elemento dentario trattato può essere ricostruito e mantenuto in arcata, senza causare più dolore. Le terapie endodontiche, all’interno del nostro studio dentistico di Venezia Mestre, vengono eseguite rispettando tutti i principali criteri di sicurezza, mediante l’uso di apposita diga in gomma, di attrezzature perfettamente sterili e di strumenti canalari manuali e rotanti, di ultima generazione. 

Un dente devitalizzato può richiedere l’applicazione di una corona dentale, una struttura protesica posta a protezione dello stesso, in grado di riprodurne sotto ogni aspetto forma e funzione.

10 Igiene dentale

Tra i servizi dentistici a Venezia Mestre offerti dallo studio del Dott. D’Amelio, troviamo quelli relativi all’igiene dentale e alla prevenzione orale. Si tratta della branca odontoiatrica destinata al raggiungimento e al mantenimento di una buona pulizia dei denti, eliminando dal cavo orale placca, tartaro e batteri. 

L’igiene orale è essenziale al fine di preservare la dentatura da molte malattie orali, prime tra tutte la carie e la parodontite. Uno dei più grandi nemici della nostra bocca è senza dubbio la placca batterica, conosciuta anche con il nome patina dentaria. Si tratta di un aggregato di germi e batteri, visibile sotto forma di una patina biancastra, leggermente appiccicosa e tenacemente adesa alle pareti dentali. 

Inizia a formarsi non appena finito di lavare i denti e diventa dannosa soprattutto dopo i pasti, quando si lega a residui di cibo e saliva, producendo acidi in grado di danneggiare lo smalto. Se non rimossa nei tempi e nei modi corretti, la placca tende a solidificare, dando origine al tartaro, uno strato duro dall’aspetto simile al calcare, impossibile da rimuovere con lo spazzolino. 

L’unico sistema per rimuovere il tartaro, è sottoporsi a una seduta di igiene dentale professionale, presso il dentista o l’igienista di fiducia. Durante la seduta, lo specialista provvede all’ablazione del tartaro, occupandosi di eliminare i depositi tartarei da sopra e da sotto i bordi gengivali. 

A tale scopo, vengono utilizzate apparecchiature ad ultrasuoni (ablatori sonici) in abbinamento, all’occorrenza, a strumenti manuali da detartrasi (curette). In seguito, si procede alla pulizia dei denti attraverso l’impiego di appositi spray al bicarbonato o spazzole da lucidatura, capaci di togliere le macchie superficiali e di riportare i denti alla loro colorazione naturale.

Per mantenere nel tempo un’igiene orale ottimale, l’igienista ha il compito di istruire il paziente in merito al corretto modo di spazzolare i denti e al passaggio del filo interdentale. La pulizia dei denti professionale deve essere ripetuta con cadenza annuale o semestrale, in base al caso specifico e alla situazione clinica del paziente.

11 Ortodonzia

Viene definita ortodonzia quella disciplina odontoiatrica che si occupa di risolvere situazioni di disallineamento dentale o malocclusione delle arcate. Tramite l’utilizzo di appositi apparecchi, che agiscono meccanicamente sulla dentatura, possiamo andare a curare problemi orali di tipo estetico e funzionale, ricreando la miglior condizione possibile per ogni caso clinico da trattare. 

Uno scorretto posizionamento dei denti o una chiusura errata della bocca, può portare a problemi di tipo estetico o funzionale, talvolta anche molto seri. L’ortodonzia, a seconda dell’età del paziente da trattare, si divide in tre tipologie: 

  • Intercettiva, che interessa pazienti in età pediatrica, fino all’età di undici anni. Serve a prevenire problemi masticatori e a evitare al bambino future terapie di gran lunga più impegnative;
  • A fine crescita, che interessa pazienti dagli undici anni di età e va ad agire sulla dentizione definitiva, una volta terminata la permuta dei denti da latte a quelli permanenti;
  • Dell’adulto, mirata prettamente ad allineare i denti storti per motivi estetici o, talvolta, a risolvere alcuni tipi di malocclusione ancora curabili in età adulta, prima ad esempio di procedere a un percorso di riabilitazione protesica.

Gli ortodontisti esperti del nostro Studio Dentistico D’Amelio, utilizzano apparecchi dentali di ultima generazione, al fine di garantire il massimo comfort e un’estetica ottimale, durante l’intera durata della terapia. 

Offriamo infatti tra i nostri servizi la cosiddetta ortodonzia invisibile, effettuata mediante l’uso di mascherine trasparenti (aligner), progettate secondo un sistema digitale avanzato. Tali mascherine non prevedono nessuna piastrina incollata alle superfici dentali e sono facilmente rimovibili, durante le normali pratiche di igiene orale domiciliare.

Gli aligner vengono cambiati periodicamente a cura del paziente stesso, con cadenza bisettimanale o mensile, secondo le indicazioni del dentista. Possiamo inoltre valutare di installare l’apparecchio dentale linguale, il quale prevede piastrine applicate sulla superficie interna dei denti, dunque praticamente invisibili.

12 Denti del giudizio

Il trattamento dei denti del giudizio è un servizio ampiamente praticato dai professionisti esperti del nostro Studio Dentistico D’Amelio di Mestre Venezia. I nostri dentisti esperti in chirurgia orale avanzata, si occupano della cura e dell’avulsione degli ottavi, valutando attentamente caso per caso i relativi rischi e benefici. 

Le estrazioni dei denti del giudizio, semplici e complesse, vengono effettuate previo esame radiografico della zona interessata, mirato a evidenziare con precisione la situazione clinica dell’elemento dentale da trattare. Ortopanoramica e TAC con Dentalscan sono i principali mezzi diagnostici utilizzati, indispensabili a individuare forma, dimensione del dente e posizione delle radici, rispetto ai tessuti circostanti. 

Solo quando si ottiene un quadro completo della situazione clinica dell’elemento dentale da trattare, si procede all’eventuale estrazione o, ove possibile, alla sua terapia. I denti del giudizio sono gli ultimi denti a spuntare e, senza alcun dubbio, in molti casi i più soggetti a recare fastidi e problemi. 

Talvolta, non riescono infatti ad erompere in arcata, a causa di mancanza di spazio, oppure di una posizione delle radici anomala, rimanendo parzialmente o totalmente sommersi da osso e gengiva. Si parla dunque di ottavi inclusi e semi inclusi, la cui avulsione richiede una buona esperienza in chirurgia dentale avanzata e tecniche diverse, rispetto a un normale intervento estrattivo di routine. 

Possiamo andare a intervenire, a scopo preventivo, anche su denti del giudizio che non hanno completato il loro processo di formazione e si trovano ancora allo stato di germe dentale. In questo caso, il trattamento di chirurgia odontoiatrica prende il nome di germectomia e riguarda soggetti in età adolescenziale. Viene eseguito allo scopo di impedire che gli ottavi, erompendo, creino problemi di affollamento dentale, oppure vadano a rovinare i risultati ottenuti attraverso un precedente trattamento di ortodonzia. 

I denti del giudizio vengono curati o estratti ambulatorialmente associando, ove necessario, all’uso dell’anestetico locale l’innovativa tecnica di sedazione cosciente, uno dei servizi dentistici a Mestre di cui è dotato il nostro Studio D’Amelio.

13 Denti sensibili

Il trattamento dei denti sensibili, se effettuato nel modo corretto, può aiutare i pazienti che ne soffrono ad alleviare i sintomi di questa fastidiosa patologia. Si tratta di un problema piuttosto comune, responsabile di causare dolori e fitte ai denti, anche piuttosto forti e difficili da sopportare. 

Principalmente, i fenomeni di ipersensibilità dentinale si verificano quando i denti vengono a contatto con sostanze particolarmente calde o fredde. Talvolta, la sensibilità è così accentuata da manifestarsi anche solo ridendo o parlando. Le cause della problematica possono essere molteplici: 

  • Abrasione dello smalto, dovuta a traumi meccanici, come ad esempio uno spazzolamento troppo aggressivo, oppure a episodi di bruxismo (digrignamento notturno dei denti);
  • Carie dentali molto profonde, pulpiti e infiammazioni del nervo, che provocano fitte dolorose a contatto con il caldo o con il freddo;
  • Erosione dentale da acidi, che si sviluppa in seguito all’abuso di bevande e cibi acidi, a reflusso gastroesofageo di seria entità, o a frequenti episodi di vomito; 
  • Gengive ritirate, fenomeno che porta i tessuti molli del dente a spostarsi verso le sue radici, lasciando scoperto il colletto dentale, particolarmente soggetto agli stimoli termici;
  • Parodontite, malattia che causa la formazione di tasche gengivali, con conseguenti problemi di retrazione gengivale e, in stadio avanzato, di mobilità dentale; 
  • Perdita di cemento dentale, il tessuto duro posto a rivestimento della radice del dente.

La cura dei denti sensibili avviene attraverso l’impiego di trattamenti desensibilizzanti dentali professionali. Il trattamento consiste nell’applicazione sulle superfici interessate di una sorta di vernice al fluoro, capace di occludere i tubuli dentinali, in modo da impedire la trasmissione degli stimoli dolorosi dalla dentina verso l’esterno. Ove la sintomatologia termica provenga da processi cariogeni in fase avanzata o da una pulpite in corso, occorre procedere alla cura della carie o alla devitalizzazione del dente

In occasione di denti consumati o abrasi, possiamo risolvere la problematica con delle otturazioni in composito, allo scopo di proteggere il dente dalla sensibilità. Quando il problema va ad influire anche sull’estetica dentale, l’applicazione di faccette dentali in ceramica potrebbe rappresentare la giusta soluzione per ripristinare il sorriso e limitare al tempo stesso la sensibilità.

Contattaci per prenotare un appuntamento e conoscere i servizi dentistici a Mestre, praticati all’interno del nostro Studio D’Amelio, risolveremo i tuoi problemi!

Il Dottore risponde

Cerchi la soluzione ad un tuo problema o semplicemente informazioni?

Estetica, implantologia, ortodonzia, odontoiatria per bambini e per tutte le età?